Internet ed il “surplus cognitivo”

L’espansione dell’uso di Internet è stata enorme, nonostante da più parti si levassero “voci” evidenzianti i possibili abusi (avvenuti) che possono derivare dall’impiego scorretto di questa tecnologia.

Tra le tante angolazioni da cui l’impatto di Internet può essere riguardato, particolarmente stimolante è la valutazione di carattere sociale. Uno dei massimi esperti nel campo è Clay Shirky, che insegna New Media presso la New York University. Dal 1994, ha scritto sette libri su Internet, di cui l’ultimo, uscito negli USA due giorni fa, cioè il 10 giugno, si intitola “Surplus cognitivo: creatività e generosità nell’era connessa”.

L’idea che è alla base del libro è che sinora le persone abbiano sprecato tantissimo tempo in solitudine davanti alla televisione, mentre oggi tramite Internet è possibile impiegare utilmente tale tempo per la crescita della società, in modo collettivo, sistematico e non sporadico, stando comodamente a casa.

L’Autore definisce “surplus cognitivo” il “tempo aggregato di tutte le persone del mondo civilizzato … sprecato di fronte alla tivù, che nella società ha svolto la funzione simile a una ventola dissipatrice. Ha dissipato il surplus cognitivo, che altrimenti, restando inutilizzato, avrebbe surriscaldato la società”.

Gli esempi relativi all’uso socialmente utile del tempo libero, già presenti  prima di Internet, come ad esempio il volontariato, oggi con Internet vedono amplificati i campi di applicazione, visto che Internet “permette di sfruttare su scala globale e di massa un uso positivo del surplus. Tutti possono farlo, da casa, nei modi e nei ritagli di tempo a ciascuno più congeniali. Di seguito, elenco le ipotesi maggiormente significative:

  • Wikipedia: l’enciclopedia gratuita on-line aperta al contributo volontario di chiunque, pubblicata in 270 lingue. Riceve circa 60 milioni di visite al giorno ed accoglie oltre 10 milioni di voci;
  • Sotware open source: ricercatori e volontari mettono gratuitamente a disposizione del pubblico il risultato delle loro “fatiche”, il codice sorgente. E’ particolarmente importante per i PVS, visto che sono posti in condizione di usare gratuitamente pacchetti applicativi sostanzialmente equivalenti a quelli a pagamento;
  • Creative commons: le opere dell’ingegno (es. libri) sono soggette a diritto d’autore (copyright). Tuttavia, l’Autore può consentirne l’utilizzo secondo la formula citata, che prevede diverse varianti. La finalità è quello di favorire la diffusione delle idee;
  • Mappe sociali: consentono di conoscere l’evoluzione di un fenomeno; tipico esempio è il progetto Ushahidi, che raccoglie le segnalazioni di utenti in situazioni di crisi (es. disordini, emergenze);
  • Social networks: le reti sociali (es. facebook, Twitter) permettono una circolazione e condivisione di idee e problemi fantastica, tanto che recentemente molti politici hanno iniziato a comprenderlo ….

Quelli che ho riportato sono esempi macroscopici, ma a pensarci bene, anche questo blog è uno strumento che consente di sfruttare il “surplus cognitivo”.

In Italia, il gruppo “Addio Pizzo” ha utilizzato Internet  per organizzare e denuziare i mafiosi. Un grande spazio si disapre per l’utilizzo di Internet nel campo medico, visto che i malati cronici potranno creare delle comunità on-line per scambiarsi informazioni su farmaci assunti, sintomi, risultati delle cure, informazioni su strutture sanitarie e medici, ecc.

Un’ultima considerazione, ovvia, attiene alla necessità, da un lato, che si diffonda la cultura relativa all’uso sociale di Internet, dall’altro, che la politica sostenga normativamente e finanziariamente la condivisione sociale delle informazioni.

Fonte:

Internet sarà la nuova società di Alessandro Longo – L’Espresso n. 24, 17 giugno 2010 (pp. 150-152)

Approfondimenti:

www. shirky.com Clay Shirky’s Writings About the Internet

Inserite “clay shirky” su Google e troverete tanti video, immagini ed articoli.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Internet, Tecnologia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...